Aid For Education

Chi siamo

Cosa vogliamo fare?

L’associazione Aid For Education (AFE) si pone come obiettivo la promozione del diritto all’istruzione scolastica di base per bambini e soprattutto bambine, che nei diversi stati di origine delle comunità immigrate in Italia non hanno la possibilità o l’opportunità di accedere ad una adeguata educazione scolastica, in grado di permettere loro di crescere liberi e progettare la propria vita. Nel mondo sono molte le aree in cui soprattutto le bambine non vengono scolarizzate, per mantenere la condizione femminile in un atteggiamento di sudditanza, dovuto a consolidate tradizioni patriarcali o pseudo-religiose.

Aid For Education desidera promuovere una presa di coscienza da parte delle comunità immigrate sul nostro territorio, per diventare esse stesse fattore di crescita e di sviluppo nel proprio paese e nelle proprie aree di provenienza. Non vi è sviluppo culturale ed economico senza un apporto significativo della popolazione femminile.

Altro punto fondamentale per l’Associazione è coinvolgere delle realtà pubbliche o associate nei paesi di origine, affinché diventino partner attivi in ogni progettazione che Aid For Education intenderà mettere in opera e assumano la responsabilità di quanto progettato e realizzato. In altre parole le partnership a parità di dignità e responsabilità possono fare la differenza nei progetti di co-sviluppo.

Il livello di alfabetizzazione nel mondo

Una rappresentazione grafica proporzionale per nazione della percentuale della popolazione istruita.

livello di alfabetizzazione nel mondo

© Copyright Worldmapper.org / Sasi Group (University of Sheffield) and Mark Newman (University of Michigan) 

Gli scopi dell'Associazione

- promuovere la conoscenza socio-culturale dei paesi di provenienza delle comunità immigrate presenti in Italia e nella provincia di Brescia in particolare attraverso convegni, seminari e giornate di studio;

- promuovere progetti di co-sviluppo finalizzati alla crescita socio economica e all'autonomia delle fasce vulnerabili delle società di origine, coinvolgendo sia le comunità di immigrati presenti in Italia, che gli immigrati riuniti in associazioni;

- favorire l’autonomia delle donne sia in Italia che nei paesi di origine delle comunità immigrate presenti in Italia;

- sostenere nella forma più appropriata ed efficiente  la scolarizzazione di base soprattutto delle bambine;

- migliorare la qualità dell’istruzione, soprattutto di quella femminile, nei paesi di origine, anche attraverso progetti di ristrutturazione degli ambienti scolastici;

- sostenere la componente femminile delle comunità immigrate in un processo di inserimento nella società italiana di accoglienza, sostenendo progetti e percorsi che promuovano l'incontro tra famiglie straniere e famiglie italiane;

- diffondere una cultura di solidarietà transnazionale, che non si affidi solo ad erogazioni di enti o istituti, ma soprattutto alla volontà di contribuire dal basso alla costruzione di uno spirito di solidarietà transnazionale.